Taglio del nastro all’Agrario di Sarzana per il nuovo trattore, un mezzo destinato alle lavorazioni orticole nei terreni dell’azienda scolastica. Oggi la ‘prima campanella’ è suonata esattamente per la trattrice Kubota a 20 cavalli, dotata anche di attrezzature come la fresa e l’aratro.
Un nuovo ‘compagno’ per i ragazzi arrivato al ‘Parentucelli-Arzelà’ grazie ad un contributo di 10mila euro assegnato al progetto ‘oRto in condotta’, presentato dalla scuola sarzanese attraverso il bando “Le nostre scuole come bene comune” promosso dalla Fondazione Carispezia nel 2019.

La cerimonia di prima accensione del veicolo si è tenuta nella piazza antistante al complesso “Parentucelli-Arzelà” di piazza Ricchetti con la partecipazione per la Fondazione del Consigliere di Indirizzo Francesca Tabardi, per l’Istituto superiore del dirigente Generoso Cardinale, dei professori Massimo Caleo e Davide Giovanelli, rispettivamente presidente e direttore dell’azienda agricola scolastica, oltre a quella di docenti e studenti. Don Franco Pagano ha dato la benedizione al mezzo.
Il preside Generoso Cardinale ha ringraziato la Fondazione Carispezia ed ha illustrato brevemente le finalità del progetto legato all’ampliamento dell’offerta didattica che tra l’altro all’Agrario prevede dal prossimo anche l’avvio di un corso serale.
Francesca Tabardi ha sottolineato l’importanza data dalla Fondazione alle iniziative nel settore della Formazione ed Educazione, in particolare a favore del mondo della scuola, e - nel caso di questo intervento - l’obiettivo di consentire agli studenti di prendere parte operosamente alle attività pratiche previste nell’ambito del corso professionale per l’agricoltura e l’ambiente.
Il professor Massimo Caleo, docente del Parentucelli-Arzelà, ha messo in luce l’ulteriore potenziamento del parco mezzi e attrezzature della scuola sarzanese, l’opportunità per i ragazzi di ricevere nuove competenze e il risparmio economico previsto per le lavorazioni agricole.

Video