Turismo lento, itinerari culturali e comunità locali

Un gruppo di alunni delle classi quarte e quinte del Corso Turistico dell’Istituto Parentucelli-Arzelà ha partecipato di recente ad una giornata di studio dedicata al tema “Turismo lento, itinerari culturali e comunità locali” presso la Cooperativa di Comunità “La Medicea” di Fivizzano. Il workshop organizzato da Feisct - Federazione Europea Itinerari Storici Culturali Turistici – e condotto da esperti del settore e operatori e amministratori locali, ha consentito agli studenti accompagnati dalle professoresse Bellegoni, Bernardini e Piccioli - di approfondire tematiche come quella della valorizzazione dei borghi minori e delle loro multiformi ed affascinanti peculiarità, attraverso itinerari culturali di grande rilevanza storico-artistica e paesaggistica – dalla via del Volto Santo alla Linea Gotica, dalle vie dei Medici alle vie del Sale – lontano dai circuiti del turismo di massa e in un’ottica di sostenibilità e valorizzazione delle specificità locali. Particolare risalto è stato posto sulla necessità dell’acquisizione da parte dei futuri operatori turistici di competenze mirate a favorire la condivisione dei servizi locali e la comunicazione con i potenziali visitatori attraverso i social media e gli strumenti offerti dal web, nonché la creazione di figure di riferimento per la promozione e la valorizzazione dei temi identitari di un territorio. Sono tati inoltre trattati contenuti culturali e paesaggistici, integrati con l’individuazione delle offerte più innovative del turismo emozionale ed esperienziale, in linea con le ultime tendenze del mercato turistico. 

Nella seconda parte dell’incontro, gli studenti hanno avuto la possibilità di visitare alcuni stabili dell’albergo diffuso “I Cento Borghi” recentemente costituitosi nella suggestiva cornice della cittadina medicea di Fivizzano, sperimentando così dal vivo questa forma di ospitalità altamente innovativa, che coniuga sviluppo economico e sostenibilità, un vero e proprio modello italiano da esportazione di sviluppo del territorio che sta attirando l’interesse di molti osservatori e operatori stranieri.